Torna all'Home Page di Itineraria Menu del sito
Associazione Guide Turistiche Autorizzate per la Regione Friuli Venezia Giulia  
 
entra nella sezione: Links entra nella sezione: Chi siamo entra nella sezione: News entra nella sezione: Eventi
     
  home - alla scoperta delle città - alla scoperta delle città 2004

ALLA SCOPERTA DELLE CITTA' IN FRIULI VENEZIA GIULIA 2004
Gorizia: una città da vedere, una città da scoprire

       
  Immagine della biblioteca e del cancello del ghetto  

Gorizia è una gentile,
antica e nobile città del Friuli tedesco,
situata sulle rive del Lisonzo
e distante poche miglia dal Friuli veneto.
Vi arrivai … portando un fardelletto sotto il braccio,
che conteneva parte di un abito, poca biancheria,
un Orazietto, un Dante con delle note fatte da me
e un vecchio Petrarca.

Lorenzo da Ponte, da memorie

 
         
       Itinerario:
 

Città di Gorizia

Giovedì 9 settembre 2004
Ore 18.30
Gorizia, Sinagoga Ebraica

 

Giovedì 9 settembre 2004
Ore 18.30 - 20.00

La vita religiosa a Gorizia
Fondazioni religiose e nascita del ghetto ebraico
Visita alla Sinagoga, al Ghetto ebraico, al Seminario Verdenbergico e alla Chiesa di Sant’Ignazio

Sorta alla confluenza delle Valli dei fiumi Isonzo e Vipacco, antiche vie di comunicazione tra oriente e occidente, Gorizia fu importante luogo di transito sin da tempi remoti. Collocata in posizione strategica la città crebbe rapidamente ai piedi del poderoso castello, diventando luogo di incontro e scambio di genti e culture.

La presenza degli ebrei nei territori della Contea è alquanto antica. Attestata alla fine del Duecento, nel XVI secolo era una comunità stabile che godeva anche di solidità economica. Nel 1696, l’editto dell’Imperatore Leopoldo I intimava agli ebrei di rinchiudersi in un quartiere separato dai cristiani. La trattura della seta, il prestito su pegno e la produzione di cera furono tra le diverse attività economiche che si svilupparono all’interno del ghetto. Successivamente, grazie al Toleranzpatent emesso da Giuseppe II nel 1781, fu permesso agli ebrei di esercitare professioni fino allora precluse. Via Graziadio Isaia Ascoli a Gorizia con la sua Sinagoga inaugurata nel 1756 sono oggi eloquenti testimoni della storia della comunità ebraica goriziana, custodi della vita religiosa e sociale.

Dalla seconda metà del XVII secolo Gorizia vide anche l’insediamento di diversi ordini religiosi come i Gesuiti, le Clarisse e le Orsoline che divennero presto punto di riferimento sociale, costituendo centri di intensa vita spirituale. La Compagnia di Gesù apriva i suoi centri universitari a Vienna, Praga e Graz e creava anche a Gorizia, Trieste e Fiume collegi con fini educativi.
Giunti a Gorizia nel 1615, i Padri Gesuiti fondarono nel 1630 il seminario gesuitico che ebbe sede in una casa donata dal conte Gianbattista di Verda de Olivis di Werdenberg. Quando nel 1773 l’ordine fu soppresso, l’edificio divenne sede dell’Impero Regio Ginnasio Superiore. Oggi ospita la Biblioteca di Stato. Nel 1654 fu eretta la chiesa dedicata a Sant’Ignazio, fondatore dell’ordine, che co la sua elegante facciata, affiancata dalle due torri con le caratteristiche cupole a cipolla di Christoph Tausch, fa da scenografico fondale all’ariosa piazza Vittoria.


 
       
       
 
  -> Prenotazioni
Vuoi prenotare on-line il tuo itinerario? premi qui sotto per avere tutte le informazioni necessarie
Oppure contattaci: Segreteria organizzativa ITINERARIA, via Ermes di Colloredo, n.11/8, 33100 Udine
mobile: 347-2522221, e-mail: itineraria@itinerariafvg.it

 

 

  eventi   news   chi siamo   links   home  
Sede legale:
Itineraria

via Ermes di Colloredo, 11/8
33100 Udine
mobile +39 347 2522221
itineraria@itinerariafvg.it
C.F. 94040630306
P.Iva 01957220302
 
© 2008 Copyright ITINERARIA - Tutti i diritti riservati.
© Copyright project - Web Industry