Torna all'Home Page di Itineraria Menu del sito
Associazione Guide Turistiche Autorizzate per la Regione Friuli Venezia Giulia  
 
entra nella sezione: Links entra nella sezione: Chi siamo entra nella sezione: News entra nella sezione: Eventi
     
  home - alla scoperta delle città - alla scoperta delle città 2004

ALLA SCOPERTA DELLE CITTA' IN FRIULI VENEZIA GIULIA 2004
Trieste: una città da vedere, una città da scoprire

       
  Foto di proprietà dell'AIAT di Trieste, Alessandro Savella  

"Da lungo tempo insiste la città di vedere
incorporato a lei e sottoposto alla sua giurisdizione
il Borgo delle Saline; noi lo abbiamo accordato
tanto più volentieri quantocché la Città aderì
di sottoporsi nel politico ed economico,
quindi in tutta la giurisdizione al Commerciale.”

Dalle disposizioni di Maria Teresa d’Austria alla fine del 1749

 
         
       Itinerario:
 

Città di Trieste

Giovedì 26 agosto 2004
Ore 18.30
Trieste, piazza Ponte Rosso

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Canale di Ponte rosso;
sullo sfondo la Chiesa di
S.Antonio Nuovo

Archivio A.I.A.T. Trieste
Foto di Alessandro Savella

 

Giovedì 26 agosto 2004
Ore 18.30 - 20.00

Trieste e il porto franco. Nascità della “Città Nuova”
La trasformazione urbana del XVIII secolo a Trieste, dal Borgo Teresiano alla Cavana

Fascinoso e unico sbocco al mare del grande Impero austriaco, la città di la Trieste riceveva nel 1719 dall’imperatore Carlo VI d’Asburgo la patente di porto franco. Fu l’esordio di uno straordinario periodo di prosperità economica e culturale, portatore di una rapida crescita demografica e di un magnifico sviluppo urbano ai piedi del colle di San Giusto.

Con l’abbattimento delle mura medievali nel 1748, la città antica veniva unita all’area che per secoli era stata adibita a saline. In quest’area bonificata, frutto dell’illuminata trasformazione urbana voluta dall’Imperatrice Maria Theresia d’Austria, veniva costruito un reticolo ortogonale di strade e piazze, percorso da due canali che dal mare giungevano sino al cuore della città. Era la fondazione del moderno emporio. Norme rigorose regolamentavano l’ubicazione dei magazzini e vincolavano le altezze e il numero dei piani degli edifici, dando vita a tipologie abitative sobrie, funzionali e di estrema eleganza.

Nella vicina Piazza Unità d’Italia, elemento urbano di unione tra la città vecchia e la nuova, due opere di forte impatto sono testimoni del periodo: la Colonna di Carlo VI e la Fontana dei Quattro Continenti. Struttura vigorosa, realizzata dallo scultore bergamasco Giovanni Domenico Mazzoleni nel 1751, la Fontana dei Quattro Continenti è costituita da una piramide di rocce sulla quale troneggiano le figure di Trieste e il Commercio. Fanno corona le statue di: Europa, Africa, Asia, America. L’Australia non era ancora conosciuta.

Alle spalle di piazza Unità, lungo la suggestiva via Cavana che nel nome ricorda l’antica darsena, si trovano importanti edifici seicenteschi e settecenteschi con pregevoli facciate e portali decorati da mascheroni. Oltre il teatro romano, già a mezzo colle, le forme maestose ed eloquenti della chiesa di Santa Maria Maggiore chiudono la prospettiva scenica. Assieme alla chiesa di San Cipriano fu tra i più importanti centri di educazione religiosa Tra Sei e Settecento.


 
       
       
 
  -> Prenotazioni
Vuoi prenotare on-line il tuo itinerario? premi qui sotto per avere tutte le informazioni necessarie
Oppure contattaci: Segreteria organizzativa ITINERARIA, via Ermes di Colloredo, n.11/8, 33100 Udine
mobile: 347-2522221, e-mail: itineraria@itinerariafvg.it

 

 

  eventi   news   chi siamo   links   home  
Sede legale:
Itineraria

via Ermes di Colloredo, 11/8
33100 Udine
mobile +39 347 2522221
itineraria@itinerariafvg.it
C.F. 94040630306
P.Iva 01957220302
 
© 2008 Copyright ITINERARIA - Tutti i diritti riservati.
© Copyright project - Web Industry