Torna all'Home Page di Itineraria Menu del sito
Associazione Guide Turistiche Autorizzate per la Regione Friuli Venezia Giulia  
 
entra nella sezione: Links entra nella sezione: Chi siamo entra nella sezione: News entra nella sezione: Eventi
     
  home - il natale di itineraria

Auguri di Buon Natale 2008

       
  Sebastiano Ricci, Adorazione dei Magi  
Del Signore è la terra e quanto
contiene:
il mondo, con i suoi abitanti.
È lui che l’ha fondato sui mari
e sui fiumi lo ha stabilito.

Chi potrà salire il monte
del Signore?
Chi potrà stare nel suo luogo santo?
Chi ha mani innocenti
e cuore puro,
chi non si rivolge agli idoli.
[Salmo 24]
 
     
     
 
Sebastiano Ricci (1659 – 1734),
Adorazione dei Magi, 1726-30 ca.,
London, The Royal Collection
  Nel vangelo di Matteo si narra dei Re Magi provenienti dall’antica Persia, le prime figure religiose ad adorare e riconoscere Cristo. Astrologi e sacerdoti zoroastriani, i Magi erano giunti a Betlemme seguendo la Stella e fin dai primi secoli del Cristianesimo, hanno goduto di un particolare rispetto. Ad essi sono stati associati gli atteggiamenti positivi del rifiuto delle tenebre e della ricerca della luce spirituale.

 
  Sidereus Nuncius

Sidereus Nuncius
, 1610
Bibliothèque Nationale, Paris
La costellazione delle Pleiadi
 

Nel 1609, quattrocento anni fa, Galileo Galilei mostrava il suo primo telescopio agli uomini di legge veneziani. L’anno successivo, nel libretto Sidereus Nuncius, egli descriveva le sue scoperte astronomiche. Galileo asseriva di aver visto montagne sulla luna e che la Via Lattea era formata da piccole stelle. Affermava inoltre di aver scoperto quattro piccoli corpi in orbita intorno a Giove che egli battezzava “Stelle medicee”. Spediva così a Firenze in dono a Cosimo de’ Medici, Granduca di Toscana, un eccellente telescopio per poterle ammirare. Galileo, l’uomo della “necessaria dimostrazione”, ovvero della rigorosa analisi scientifica, nel contempo affermava:
“Nelle mie scoperte scientifiche ho appreso più col concorso della Divina Grazia che con i telescopi”.

Maria Paola Frattolin

Con l’augurio che
si irradi nel cuore degli uomini
la stessa luce
che ha illuminato Galileo
e guidato il cammino dei Magi,
Itineraria augura
Buon Natale 2008
e Felice Anno Nuovo 2009
.
Scarica e stampa l'augurio in pdf (180 Kb)
 
 
     
         
 
Galileo Galilei, Sidereus Nuncius
Galileo Galilei (1564-1642)
disegno di M. Leoni,
Musée du Louvre, Paris
 
The Earth is the Lord’s, and the
fullness thereof; the world and they
that dwell therein. For he hath
founded it upon the seas,
and established it upon the floods.

Who shall ascend into the hill
of the Lord? Or who shall stand
in his holy place? He that hath
clean hands, and a pure heart;
who hath not lifted up his soul
into vanity.

[Psalm 24]
 
         
         
 
Galileo Galilei, Sidereus Nuncius

Sidereus Nuncius
, 1610
Bibliothèque Nationale, Paris
(1) Frontespizio
(2) Le fasi della Luna
 

The Gospel of Matthew tells us of the Magi coming from the East, precisely from ancient Persia. They were the first religious figures to worship and recognize Christ. Astrologers and Zoroastrians priests, the Magi came to Bethlehem following the star and, since the Early Christianity, they have been regarded with honour and esteem. They have been associated to the positive attitude of the refusal of the darkness and the search for the spiritual light.

In 1609, four centuries ago, Galileo Galilei demonstrated his first telescope to Venetian lawmakers. The following year he described his astronomical discoveries in the little book Sidereus Nuncius, the “Starry Messenger”. Galileo affirmed to have seen mountains on the Moon and to have proved that the Milky Way was made up of tiny stars. Moreover he announced to have seen four small bodies orbiting Jupiter that he named Stelle Medicee, “the Medicean stars”. Therefore, he sent to Florence in gift to Cosimo de’ Medici, the Grand Duke of Tuscany, an excellent telescope for himself to watch the little planets. Galileo, the man who asserted the “necessaria dimostrazione”, the rigorous mathematical analysis, at the same time declared:
“In my scientific discoveries, I have learnt more with the help of the Divine Grace than with telescopes”
.

Maria Paola Frattolin

With the hope that
the same light
that illuminated Galileo and
guided the journey of the Magi
shine on men’s heart,
Itineraria wishes
A Merry Christmas 2008
and a Happy New Year 2009
.
 
 

 

  eventi   news   chi siamo   links   home  
Sede legale:
Itineraria

via Ermes di Colloredo, 11/8
33100 Udine
mobile +39 347 2522221
itineraria@itinerariafvg.it
itinerariafvg@pec.it
C.F. 94040630306
P.Iva 01957220302
 
© 2008 Copyright ITINERARIA - Tutti i diritti riservati.
© Copyright project - Web Industry