Torna all'Home Page di Itineraria Menu del sito
Associazione Guide Turistiche Autorizzate per la Regione Friuli Venezia Giulia  
 
entra nella sezione: Links entra nella sezione: Chi siamo entra nella sezione: News entra nella sezione: Eventi
     
  home - news
COMUNICATO STAMPA
Convegno "Artisti in Viaggio 1300-1450. Presenze Foreste in Friuli Venezia Giulia"
       
  Regione Friuli Venezia Giulia
Assessorato all'Istruzione e alla Cultura
 

con il patrocinio di:
Ministero per i Beni e le Attività Culturali Ministero dell'istruzione, Università e Ricerca
Università degli Studi di Udine
Ufficio Scolastico Regionale

 
         
 

Il convegno “Artisti in viaggio 1300-1450. Presenze foreste in Friuli Venezia Giulia” si è svolto a Villa Manin di Passariano il 15, 16 e 17 novembre 2002. E’ stato organizzato dall’Associazione Itineraria con il sostegno della Regione e il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, del Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca, dell’Università di Udine e dell’Ufficio Scolastico Regionale. Il simposio ha visto nel ruolo di protagonisti alcuni tra i maggiori studiosi ed esperti del settore per "fare il punto” come ha spiegato la presidente di Itineraria Maria Paola Frattolin, “sulle numerose sollecitazioni transalpine, ma anche lombarde, venete ed emiliane che, tra i secoli XIII e XV, stimolarono l’arte regionale in un rapporto di interscambio, attraverso intelligenti aperture da parte degli artisti friulani ai maggiori fenomeni della cultura mediterranea ed europea”.
Alla prima sessione del convegno sono intervenuti: Giampaolo Carbonetto, giornalista, Giovanna Valenzano dell’ateneo patavino, Giordana Trovabene dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, Andrea De Marchi dell’ateneo friulano e Paolo Casadio della Soprintendenza regionale per i beni artistici e culturali. Interessanti i temi delle relazioni tra cui la mobilità dell’artista nel Medioevo, che fu straordinariamente elevata al contrario di ciò che si può comunemente pensare, il percorso di Paolo Veneziano, insigne artista che fece da ponte tra Oriente e Occidente nel Trecento, l’attività udinese del grande Vitale da Bologna nel Duomo di Udine e ancora le influenze giottesche negli affreschi della Chiesa di san Francesco a Udine e nel complesso abbaziale di Sesto al Reghena.
La seconda sessione, sabato 16 novembre, dopo il saluto introduttivo della vicepresidente Guerra ha visto succedersi gli interventi di Rienzo Pellegrini dell’Università degli Studi di Trieste, Matteo Giardini, miglior lettore al Premio "Lauro Dantesco" 2002 di Ravenna, Claudio Griggio e Giampaolo Borghello dell’Università di Udine e Mario Turello, critico letterario. Nel corso della mattinata si è spaziato dalle lingue e dai modelli della scrittura letteraria nel Friuli delle origini, fino alla discussa presenza del Petrarca a Udine e alla "memoria meccanica" di Giovanni Fontana, passando attraverso letture di Dante e Boccaccio.

Nel pomeriggio di sabato 16 novembre, al tavolo dei relatori si è seduto un altro qualificato gruppo di studiosi: Bruno Figliuolo e Lucia Sartor dell’Università di Udine, Fabio Di Poi, docente di Materie letterarie e Guido Tigler, dell’Università degli Studi di Firenze. Si sono discussi temi quali la mobilità degli uomini nel Medioevo, la scultura in Friuli alla metà del Trecento e la matrice veneziana nella produzione orafa dell’udinese Nicolò Lionello.
Domenica 17 novembre il convegno si è chiuso con un’itinerario sui luoghi di "Artisti in viaggio". La visita, condotta dalle guide professioniste di Itineraria, è partita dal centro del capoluogo friulano per illustrare alcuni dei monumenti più importanti realizzati nel periodo indagato dal convegno: la Loggia del Lionello, il Museo del Duomo e gli affreschi dell’abside trecentesca del Duomo e la Chiesa di San Francesco con il prezioso ciclo d'affreschi al quale lavorarono artisti legati alle maggiori scuole pittoriche del Medioevo italiano. Si è poi partiti alla volta di Sesto al Reghena per la visita all'incantevole complesso abbaziale di Santa Maria in Sylvis, fondato nell’VIII secolo in epoca longobarda e scrigno di preziose testimonianze pittoriche in particolare del XIV e XV secolo.

scopri il programma

 

  eventi   news   chi siamo   links   home  
Sede legale:
Itineraria

via Ermes di Colloredo, 11/8
33100 Udine
mobile +39 347 2522221
itineraria@itinerariafvg.it
C.F. 94040630306
P.Iva 01957220302
 
© 2008 Copyright ITINERARIA - Tutti i diritti riservati.
© Copyright project - Web Industry