Torna all'Home Page di Itineraria Menu del sito
Associazione Guide Turistiche Autorizzate per la Regione Friuli Venezia Giulia  
 
entra nella sezione: Links entra nella sezione: Chi siamo entra nella sezione: News entra nella sezione: Eventi
     
  home - il natale di itineraria
Auguri di Buon Natale 2002
       
  Il Cavaliere Azzurro opera di Vasilij Kandinskij  

"I veli materiali che avvolgono lo spirito
sono spesso talmente fitti
che pochi in genere sono gli uomini
in grado di scorgerlo in trasparenza
"

Vasilij Kandinskij

 

 
  Particolare da: Il cavaliere azzurro, 1903
Olio su tela, 55x65 cm
Zurigo, collezione privata
  opera nella sua totalità (nuova finestra 65KB)
apri
 
      scarica la cartolina di Auguri in pdf (184Kb)  
 

Un cavaliere azzurro cavalca su un campo d’oro, era il 1903, giusto un secolo fa.
Siamo ancora lontani dal 1911, dalla fondazione di Der Blaue Reiter, ma Vasilij Kandkinskij ha già sognato questa piccola freccia turchina. Sono anni intensi di ricerca e nostalgia, anni in cui Kandkinskij si immerge nel mondo incantato e sublime delle favole russe e germaniche. Negli stessi anni illustra quelle fiabe e con i colori narra un mondo romantico e misterioso, di cavalieri puri e tenaci con sullo sfondo il brillio di guglie e cupole sfavillanti al sole.

Attraverso un’inusitata libertà espressiva del colore, Kandinskij reinventa il mondo, che diventa tra le sue mani desiderio e sogno. La pittura appartiene solo alla mente e al cuore e i colori, perduta la loro consistenza visiva, diventano i veri elementi del racconto. Il quadro sarà il punto di incontro tra la propria impressione intima e quella dell’osservatore, il primo spazio interiore della storia della pittura.

Il Cavaliere azzurro rompe con le gerarchie prestabilite, libero e trasversale fonda nuovi valori espressivi e in pittura nasce l’astrattismo. E’ una concezione radicale, universale, che non conosce confini, fondata sulla vera necessità interiore e sull’affermazione della libertà dell’uomo.
Nuovo San Giorgio, nuovo Sigfrido, Der Blaue Reiter diventa simbolo dell’anima nuova, educata a cercare “oltre lo sguardo”.

A cento anni di distanza dal primo Cavaliere azzurro, quei valori appaiono niente affatto mutati.
Con gli auguri di Natale e Anno Nuovo 2003, Itineraria lascia alle parole spontanee della Werefkin sull’espressione astratta quel sogno di estatica tenerezza “Io credo che al di là della vanità del mondo e delle forme mutevoli, vi sia il mondo del riposo immutabile, della verità, il mondo delle conciliazioni verso il quale mi sento attratta con tutta l’anima”.

Maria Paola Frattolin

 

  eventi   news   chi siamo   links   home  
Sede legale:
Itineraria

via Ermes di Colloredo, 11/8
33100 Udine
mobile +39 347 2522221
itineraria@itinerariafvg.it
C.F. 94040630306
P.Iva 01957220302
 
© 2008 Copyright ITINERARIA - Tutti i diritti riservati.
© Copyright project - Web Industry